Piu a lungo la scoperta

Opera details:

Opera title:

Il Matrimonio Segreto

Composer:

Domenico Cimarosa

Language:

Italian

Synopsis:

Il Matrimonio Segreto Synopsis

Libretto:

Il Matrimonio Segreto Libretto

Translation(s):

English

Recitative details:

Type:

recitative

Role(s):

Paolino / Count Robinson / Carolina

Voice(s):

Tenor / Bass / Soprano

Act:

1.15

Previous scene: Sento in petto un freddo gelo
Next scene: Perdonate signor mio

Il matrimonio segreto, Act I, Scene 9: "Più a lungo la scoperta" (Paolino, Carolina)

Singer(s): Luigi Alva Graziella Sciutti

Provided to YouTube by Believe SAS

Il matrimonio segreto, Act I, Scene 9: "Più a lungo la scoperta" (Paolino, Carolina) · Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Nino Sanzogno, Luigi Alva, Graziella Sciutti

Cimarosa: Il Matrimonio Segreto (Mono Version)

℗ 1956 - BNF Collection 2013

Released on: 2013-12-02

Author: Giovanni Bertati
Composer: Domenico Cimarosa
Music Publisher: D.R

Auto-generated by YouTube.

Watch videos with other singers performing Piu a lungo la scoperta:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:


SCENA IX
Gabinetto; Paolino, poi Carolina.

PAOLINO
Più a lungo la scoperta
Non deggio differir. Il Conte alfine
E' un uom di mondo, un uom d'esperïenza,
Mi vuol del bene, e mi darà assistenza.

CAROLINA
Ah, Paolino mio ...

PAOLINO
Sposa mia cara ...

CAROLINA
Di poterti aver solo
Io non vedevo l'ora.
Sappi che ogni dimora
E' omai precipitosa;
Mio padre a un Cavalier va a farmi sposa.

PAOLINO
Ci mancava anche questa
Per più inasprirlo al caso!
Ma non perdo il coraggio. Al conte subito
Vado a raccomandarmi.

CAROLINA
Ma se sdegnasse il Conte
D'entrar in questo impegno?

PAOLINO
Di lui punto non dubito;
Ma al caso disperato, o cara mia,
A pie' mi metterei della tua zia:
Sa essa cos'è amore,
E del fratello suo possiede il core.

CAROLINA
E te ne fideresti?

PAOLINO
Sì: con bontà mi tratta, e con dolcezza,
Anzi, quasi direi che m'accarezza.

CAROLINA
In qualunque maniera
Non devi differir. Vedi là il Conte,
Cogli questo momento.
Datti coraggio; io mi ritiro intanto
Tutta, tutta agitata.
Ti assista amor che la cagion n'è stata.

PAOLINO
Cara, son tutto vostro. Amor pietoso,
Quanto grato ti sono. Anima mia,
Della gioia l'eccesso
Quasi quasi mi trae fuor di me stesso,
Brillar mi sento il core,
Mi sento giubilar;
Ah! più felice amore
Di questo non si dà.
Datemi, o cara, un pegno
D'amore e fedeltà;
Io sono un impaziente
Che tollerar non sa.
Carolina parte


SCENA X
Paolino, poi il Conte.

PAOLINO
Sì, coraggio mi faccio
Giacchè solo qui viene.

CONTE
Amico mio,
Io vo di te cercando,
Smanioso, ansioso, ch'è di già mezz'ora.
Ho di te gran bisogno.

PAOLINO
Ed io di voi.

|CONTE
Sì: quello che tu vuoi. - Per te son io,
Ma prima dir mi lascia il fatto mio.

PAOLINO
Sì, signore, parlate.

CONTE
All'amor, Paolino,
Che sempre t'ho portato,
Sempre tu fosti grato.
Però non serve qui di far preamboli;
Ma veniamo alla breve,
Chè, senza far un giro di parole,
Ciascheduno può dir quello che vuole.

PAOLINO
Benissimo. Veniamo dunque al fatto.

CONTE
Tu sai che ho già disposto
Di richiamarti a casa
Fra pochi mesi, e darti del contante
Perchè tu pur divenga un buon mercante.
Sì, già lo sai, non serve un tal racconto;
Ma, alla breve, alla breve,
Quello che si vuol dir, dire si deve.

PAOLINO
Ebbene, signor mio,
Lo sbrigarvi sta a voi.

CONTE
Sentimi dunque.
Sia com'esser si voglia,
O per l'una o per l'altra
Delle ragioni che non si comprendono,
O sia come si sia,
Perchè fare gran chiacchiere non soglio;
La sposa non mi piace, e non la voglio.

PAOLINO
Che cosa dite adesso?

ONTE
Dico assolutamente
Che non la voglio.

PAOLINO
E come mai potreste
Oggi disimpegnarvene?

CONTE
Facilissimamente.
Invece di sposare la maggiore
Sposerò la cadetta:
Dei cento mila invece per la dote,
Sol di cinquanta mila io mi contento.
Ecco tutto aggiustato in un momento.
Quella, quella mi piace,
Quella m'ha innamorato. Ora, da bravo:
Vanne, fa presto, al padre ciò proponi.
Sciogli, conchiudi, e poi di me disponi.

PAOLINO
(Me infelice!)

CONTE
Cos'hai?

PAOLINO
Niente, signore.

CONTE
Va dunque, va, fa presto.

PAOLINO
(Misero me, che contrattempo è questo!)
Signor, deh concedete ...
Sdegnarvi io non vorrei ...
Pensate, riflettete ...
Il dispiacer di lei ....
La civiltà, l'onore ...
Di tutti lo stupore ...
Ah, che mi vo' a confondere!
Ah, più non so che dir!

CONTE
Tu cosa vai dicendo,
Tu cosa vai seccando?
Non star più discorrendo,
A te mi raccomando.
L'amabile cadetta
Mi stimola, m'affretta;
Non posso più resistere,
Mi sento incenerir.

PAOLINO
Quel fuoco che v'accende,
Un altro forse offende ....
Ah, sento proprio il core
Che in sen mi va a languir!

CONTE
Il fuoco che m'accende
Da me più non dipende:
Non sposo la maggiore
Se credo di morir.
Partono


SCENA XI
Carolina, poi il Conte.

CAROLINA
Paolino ritarda
Con la risposta; ed io l'aspetto ansiosa;
E allor che qualche cosa
Con ansietà si aspetta,
Ogni minuto vi diventa un'ora.
Ma cosa fa che non ritorna ancora?
Quel pur che vedo è il Conte. Un segno è questo
Che il discorso è finito.
Ed ei qui viene senza mio marito!

CONTE
(Non trascuro il momento.) Oh, Carolina!
La sorte mi è propizia,
Perchè lontani dall'altrui presenza
Io vi posso parlar con confidenza.

CAROLINA
Oh! questo è quell'appunto
Che bramavo ancor io.

CONTE
Lo bramavate, sì? (Ciò mi consola.)
Veramente Paolino
Ve lo dovea dir lui;
Ma pronta l'occasion trovando adesso,
Quello ch'ei vi diria vel dico io stesso.

CAROLINA
Dite, dite, parlate, e voglia il cielo
Che le vostre parole
Dieno al mio core di speranza un raggio.

CONTE
(Questa già m'ama anch'essa. Orsù, coraggio.)
Ah, mia cara ragazza,
Amor ha un gran poter! Voi che ne dite?

CAROLINA
Quello che dite voi.

CONTE
E quelle debolezze
Che vengono d'amor, se ancor son strane,
S'hanno da compatir fra genti umane.

CAROLINA
Io sono certamente
Del vostro sentimento. Or seguitate,
Ditemi tutto il resto.
Se conoscete amor, mi basta questo.

CONTE
Quand'è così, stringiamo l'argomento.

CAROLINA
Veniamo pure al punto.

CONTE
Io son venuto
Per sposar Elisetta, ma che serve
Ch'io venuto ci sia,
Quando non ho per lei che antipatia?
E quando a prima vista
M'avete fatto voi vostra conquista?

CAROLINA
Io! cosa avete detto?

CONTE
Voi! cosa avete inteso?

CAROLINA
E' questo solo quel che avete a dirmi?

CONTE
Questo, sì, questo. E voi
Che ben sapete compatir l'amore,
Scusando il mio trasporto,
Darete all'amor mio qualche conforto.

CAROLINA
E nel momento istesso
Di dover adempire a un sacro impegno
Manchereste di fede? Io scuso bene,
Chiunque si lascia trasportar d'amore;
Ma non uno che manca al proprio onore.

CONTE
Oh, oh, voi date in serio. Ed io tutt'altro
Mi aspettava da voi.

CAROLINA
Tutt'altro anch'io mi credea di sentire.

CONTE
Di sentir cosa?

CAROLINA
Io non ve l'ho da dire.

CONTE
All'onor si rimedia
Sposando voi per lei.

English Libretto or Translation:


SCENE IX
Toilet; Pauline, then Carolina.

PAULINE
The longer the discovery
Not even different. The Count at last
He is a man of the world, a man of experience,
He wants me well, and he will give me assistance.

CAROLINA
Ah, my Pauline ...

PAULINE
My dear bride ...

CAROLINA
To be able to have you alone
I could not wait.
Know that every dwelling
He is a hasty man;
My father to a Cavalier goes to marry me.

PAULINE
We also lacked this
For more to exacerbate it to chance!
But I do not lose my courage. At the count immediately
I'm going to recommend.

CAROLINA
But if he disdained the Count
Entering this commitment?

PAULINE
I do not doubt of him;
But in the desperate case, or my dear,
At the foot of my aunt, I would put it:
You know it's love,
And his brother owns the core.

CAROLINA
And would you trust it?

PAULINE
Yes: with goodness he treats me, and gently,
In fact, I would almost say that he cares.

CAROLINA
In any way
You must not differ. See the Count there,
Take this moment.
Give courage; I withdraw in the meantime
All, all agitated.
You are assisted by love that has caused it.

PAULINE
Dear, I am all yours. Compassionate love,
How grateful you are. My soul,
Excess is joy
Almost almost draws me out of myself,
Brillar I feel the core,
I feel jubilar;
Ah! happier love
This is not given.
Give me, or dear, a pledge
Of love and loyalty;
I am impatient
That toleration does not know.
Carolina leaves


SCENE X
Paolino, then the Count.

PAULINE
Yes, I'm brave
Because only here comes.

WITH YOU
My friend,
I'm looking for you,
Anxious, anxious, which is already half an hour.
I need you very much.

PAULINE
And I of you.

| CONTE
Yes: what you want. - For you I am,
But first tell me about my business.

PAULINE
Yes, sir, talk.

WITH YOU
To love, Paolino,
That I always brought you,
You were always grateful.
But it does not serve here to make preambles;
But let's get to the short one,
What, without a word of mouth,
Each person can say what he wants.

PAULINE
Very well. We come therefore to the fact.

WITH YOU
You know that I have already arranged
Call you home
In a few months, and give you some cash
Because you become a good merchant.
Yes, you already know, you do not need such a story;
But, shortly, shortly,
What we mean, we must say.

PAULINE
Well, sir,
Hurry it up to you.

WITH YOU
So listen to me.
Be it as you want,
Or for one or the other
Of the reasons that are not understood,
Or be it as it is,
Why do not talk a lot of talk;
I do not like the bride, and I do not want it.

PAULINE
What do you say now?

ONTE
I say absolutely
I do not want it.

PAULINE
And why could you?
Do you disengage yourself today?

WITH YOU
Very easily.
Instead of marrying the eldest
I will marry the cadet:
Of the hundred thousand instead for the dowry,
Sol of fifty thousand I'm happy.
That's all set up in a moment.
That, I like that,
That fell in love with me. Now, as good:
Vanne, it's easy for you to propose this to your father.
Dissolve, conclude, and then dispose of me.

PAULINE
(Me unhappy!)

WITH YOU
What's going on with you?

PAULINE
Nothing, sir.

WITH YOU
So go, go, it's easy.

PAULINE
(Miserable me, what a mishap is this!)
Mr., please grant ...
To deign you I would not ...
Think, think ...
The dispiacer of her ....
Civilization, honor ...
Of all the amazement ...
Ah, I'm going to confuse you!
Ah, I no longer know what to say!

WITH YOU
What are you going to say,
What are you going to dry out?
No longer talking,
I recommend you.
The lovely cadet
It stimulates me, it hastens me;
I can not resist anymore,
I feel incinerated.

PAULINE
That fire that ignites you,
Another perhaps offend ....
Ah, I really feel the core
That in sen I go to languish!

WITH YOU
The fire that lightens me
It does not depend on me anymore:
I do not marry the eldest
If I think I'm going to die.
They leave


SCENE XI
Carolina, then the Count.

CAROLINA
Paolino delays
With the answer; and I look anxious;
And that something
With anxiety, wait,
Every minute becomes an hour.
But what does it do that does not come back yet?
What I see is the Count. A sign is this
That the speech is over.
And i come here without my husband!

WITH YOU
(I do not neglect the moment.) Oh, Carolina!
The fate is propitious to me,
Because far from the other presence
I can talk to you confidently.

CAROLINA
Oh! this is that note
That I still craved.

WITH YOU
The bramavate, yes? (This comforts me.)
Truly Pauline
He must have told it;
But ready the occasion finding now,
What I tell you, I say to myself.

CAROLINA
Say, say, talk, and want heaven
What your words
I deliver a ray to my core of hope.

WITH YOU
(She already loves me too.
Ah, my dear girl,
Amor has a great deal! What do you think about it?

CAROLINA
What you say.

WITH YOU
And those weaknesses
Who come from love, if they are still strange,
They have a pity for human peoples.

CAROLINA
I am certainly
Of your feeling. Or followed,
Tell me everything else.
If you know love, this is enough for me.

WITH YOU
When we do so, let's get the topic together.

CAROLINA
We come to the point too.

WITH YOU
I have come
To marry Elisetta, but what's the use
I come there,
When I do not dislike her?
And when at first sight
Did you make your conquest?

CAROLINA
I! what did you say?

WITH YOU
You! what did you hear?

CAROLINA
Is this just what you have to tell me?

WITH YOU
This, yes, this. And you
That you know how to sympathize with love,
Excuse my transport,
Give my love some comfort.

CAROLINA
And at the same time
Of having to fulfill a sacred commitment
Would you lack faith? I apologize well,
Whoever lets himself be carried away with love;
But not one that is lacking in honor.

WITH YOU
Oh, oh, you're serious. And I anything but
He was waiting for me.

CAROLINA
I too thought I could hear.

WITH YOU
To hear what?

CAROLINA
I do not have to tell you.

WITH YOU
The honor is remedied
Marrying you for her.

This is a partly automated translation. Please help us with corrections or provide us with a complete new translation. We will gladly mention the translator. Contact

Submit improvements to this page:

Please let us know if something should be edited on this page.

Edit:
Create a free account to submit changes: Register here