New: Save your favorite arias, videos and singers!
Tell me more - Check it later - Not interested

Nella pace del mesto riposo

Opera details:

Opera title:

Maria Stuarda

Composer:

Gaetano Donizetti

Language:

Italian

Synopsis:

Maria Stuarda Synopsis

Libretto:

Maria Stuarda Libretto

Translation(s):

Deutsch

Aria details:

Type:

aria

Role(s):

Maria Stuarda

Voice(s):

Soprano

Act:

2.04

Previous scene: Qual suono
Next scene: Ah! non m'inganna la gioia

Natalie Dessay - Donizetti - Oh nube che lieve

Singer: Natalie Dessay

Gaetano Donizetti (1797-1848)
Oh nube che lieve... Nella pace del mesto riposo, (Maria Stuarda Act II, scene 1)
Conducted by Evelino Pidò
2007

MARIA
O nube! che lieve per l'aria ti aggiri,
Tu reca il mio affetto, tu reca i sospiri
Al suolo beato che un dì mi nudrì.
Deh! scendi cortese, mi accogli sui vanni,
Mi rendi alla Francia, m'invola agli affanni!
Ma cruda la nube pur essa fuggì
Al suolo beato che un dì mi nudrì.
(Da lontano si ode il suono di trombe.)
Qual suono!

CACCIATORI
(da dentro)
Al bosco, alla caccia!
Il cervo si affaccia
Dal colle muscoso,
Poi fugge scherzoso
Del rivo alle sponde:
Si specchia nell'onde;
Correte veloci
Quel cervo a ferir.

MARIA
Quai voci!

ANNA
Parmi il segno di caccia reale!

MARIA
S'avvicinano i suoni ...
I destrieri ...

CACCIATORI
La Regina!

MARIA
Ah! Qual nome fatale!

ANNA
La tiranna pel parco sen va.

MARIA
Nella pace del mesto riposo
Vuol colpirmi di nuovo spavento.
Io la chiesi, e vederla non oso,
Tal coraggio non sento!
Resti, resti sul trono adorata,
Il suo sguardo da me sia lontan,
Troppo, troppo, son io disprezzata;
Tace in tutti per me la pietà.

ANNA
Ella giunge.
Fuggiamo, fuggiamo.

MARIA
Fuggiamo; contenersi il mio core non sa.

ANNA
Contenersi il suo core non sa, no!

MARIA
Ah, sì! Nella pace del mesto riposo, ecc

Watch videos with other singers performing Nella pace del mesto riposo:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:

Maria Stuarda's aria and cabaletta from Maria Stuarda

E chè! Non ami chè ad insolita gioia
Il seno io schiuda?
Non vedi? Il carcer mio è il cielo aperto.
Io lo vagheggio! Oh! cara la voluttà 
Che mi circonda!
Guarda: sui prati appare
Odorosetta e bella
La famiglia de' fiori
E a me, sì, a me sorride,
E il zeffiro, che torna
Da' bei lidi di Francia,
Ch'io gioisca mi dice
Come alla prima gioventù felice.

O nube! che lieve per l'aria ti aggiri,
Tu reca il mio affetto, tu reca i sospiri
Al suolo beato che un dì mi nudrì.
Deh! scendi cortese, mi accogli sui vanni,
Mi rendi alla Francia, m'invola agli affanni!
Ma cruda la nube pur essa fuggì
Al suolo beato che un dì mi nudrì.

Nella pace del mesto riposo
Vuol colpirmi di nuovo spavento.
Io la chiesi, e vederla non oso,
Tal coraggio non sento!
Resti, resti sul trono adorata,
Il suo sguardo da me sia lontan,
Troppo, troppo, son io disprezzata;
Tace in tutti per me la pietà .

English Libretto or Translation:

Not entered yet.