New: Save your favorite arias, videos and singers!
Tell me more - Check it later - Not interested

Felice cor mio

Opera details:

Opera title:

L' Incoronazione di Poppea

Composer:

Claudio Monteverdi

Language:

Italian

Synopsis:

L' Incoronazione di Poppea Synopsis

Libretto:

L' Incoronazione di Poppea Libretto

Translation(s):

English Deutsch

Recitative details:

Type:

recitative

Role(s):

Drusilla / Valletto / Nutrice

Voice(s):

Soprano / Soprano / Contralto

Act:

2.08

Previous scene: Tu che dagl'avi miei
Next scene: Io non so dov'io vada

Monteverdi: L'incoronazione di Poppea - Ottavia and Nurse

Singer: Trudeliese Schmidt

Ottavia dispairs over Nero's infedelity, her nurse suggests that she too take a lover instead of wasting her life in tears. Virtue and Ottavia are both shocked. Trudeliese Schmidt and Maria Minetto in Jean-Pierre Ponnelle's film, conducted by Nikolaus Harnoncourt. 1979

OTTAVIA
Disprezzata regina,
Del monarca romano afflitta moglie,
Che fo, ove son, che penso ?
O delle donne miserabil sesso:
Se la natura e'l cielo
Libere ci produce,
Il matrimonio c'incatena serve.
Se concepiamo l'uomo,
O delle donne miserabil sesso,
Al nostr'empio tiran formiam le membra,
Allattiamo il carnefice crudele
Che ci scarna e ci svena,
E siam forzate per indegna sorte
A noi medesme partorir la morte.
Nerone, empio Nerone,
Nerone, marito, o dio, marito
Bestemmiato pur sempre
E maledetto dai cordogli miei,
Dove, ohimè, dove sei ?
In braccio di Poppea,
Tu dimori felice e godi, e intanto
Il frequente cader de' pianti miei
Pur va quasi formando
Un diluvio di specchi, in cui tu miri,
Dentro alle tue delizie i miei martiri.
Destin, se stai lassù,
Giove ascoltami tu,
Se per punir Nerone
Fulmini tu non hai,
D'impotenza t'accuso,
D'ingustizia t'incolpo;
Ahi, trapasso tropp'oltre e me ne pento,
Sopprimo e seppelisco
In taciturne angoscie il mio tormento.

NUTRICE
Ottavia, Ottavia...

OTTAVIA
O ciel, deh, l'ira tua s'estingua,
Non provi i tuoi rigori il fallo mio,...

NUTRICE
Ottavia, Ottavia, O tu dell'universe genti
Unica Imperatrice;...

OTTAVIA
...Errò la superficie, il fondo è pio,
Innocente fu il cor, peccò la lingua.

NUTRICE
...odi, odi
Di tua fida nutrice, odi gli accenti.
Se Neron perso ha l'ingegno,
Di Poppea ne' godimenti, scegli alcun, che di te degno,
D'abbracciarti si contenti.
Se l'ingiuria a Neron tanto diletta,
Abbi piacer tu ancor
Nel far vendetta.

OTTAVIA
Cosi sozzi argomenti
Non intesi più mai da te, nutrice !

NUTRICE
Fa...fa riflesso al mio discorso,
Ch'ogni duol ti sarà gioia.

L'infamia sta gl'affronti in sopportarsi,
E consiste l'onor nel vendicarsi.
Han poi questo vantaggio
Delle regine gli amorosi errori,
Se li sà l'idiota, non li crede,
Se l'astuto li penetra, li tace,
E'l peccato taciuto e non creduto
Sta segreto e sicuro in ogni parte,
Com'un che parli in mezzo un sordo, e un muto.

OTTAVIA
No, mia cara nutrice:
La donna assasinata dal marito
per adultere brame,
Resta oltraggiata sì, ma non infame!
Per il contrario resta
lo sposo inonorato,
Se il letto marital li vien macchiato.

NUTRICE
Fa riflesso al mio discorso,
Ch'ogni duol ti sarà gioia.

OTTAVIA
Se non ci fosse né l'onor, né dio,
Sarei nume a me stessa, e i falli miei
Con la mia stessa man castigherei,
E però lunge dagli errori intanto
Divido il cor tra l'innocenza e l'pianto.

Watch videos with other singers performing Felice cor mio:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:


SCENA VIII
Drusilla, Valletto, Nutrice.
Drusilla vive consolata dalle promesse amorose di Ottone,
e Valletto scherza con la Nutrice sopra la sua vecchiaia.

DRUSILLA
Felice cor mio
Festeggiami in seno,
Dopo i nembi, e gl'orror godrò il sereno.
Oggi spero ch'Ottone
Mi riconfermi il suo promesso amore,
Felice cor mio
Festeggiami in seno,
Festeggiami nel sen, lieto mio core.

VALLETTO
Nutrice, quanto pagheresti un giorno
D'allegra gioventù, com' ha Drusilla ?

NUTRICE
Tutto l'oro del mondo io pagherei.
L'invidia del ben d'altri,
L'odio di sè medesma,
La fiachezza dell'alma,
L'infermità del senso,
Son quattro ingredienti,
Anzi i quattro elementi
Di questa miserabile vecchiezza,
Che canuta, e tremante,
Dell'ossa proprie è un cimitero andante.

DRUSILLA
Non ti lagnar così, sei fresca ancora;
Non è il sol tramontato
Se ben passata è la vermiglia aurora.

RITORNELLO

NUTRICE
Il giorno femminil
Trova la sera sua nel mezzo dì.
Dal mezzo giorno in là
Sfiorisce la beltà;
Col tempo si fa dolce
Il frutto acerbo, e duro,
Ma in ore guasto vien quel, ch'è maturo.

RITORNELLO
Credetel pure a me,
O giovanette fresche in sul mattin;
Primavera è l'età
Ch'Amor con voi si stà;
Non lasciate che passi
Il verde april o'l maggio
Si suda troppo il luglio a far viaggio.

VALLETTO
Andiam a Ottavia omai
Signora nonna mia,...

NUTRICE
Ti darò una guanciata !

VALLETTO
...Venerabile antica,...

NUTRICE
Bugiardello !

VALLETTO
...Del buon Caronte idolatrata amica.

NUTRICE
Che sì,
Bugiardello insolente, che sì.

VALLETTO
Andiam, che in te è passata
La mezza notte, nonché il mezzo dì.

English Libretto or Translation:


SCENE VIII
Drusilla, Valletto, Nutrice.
Drusilla lives consoled by the amorous promises of Otto,
and Valletto jokes with the Nurse on his old age.

DRUSILLA
Happy my heart
Celebrate in the bosom,
After the clouds, and the horror will enjoy the serene.
Today I hope that Ottone will
reconfirm my promised love,
Felice Cor mio
Celebrate in my bosom,
Celebrate in the sen, happy my heart.

VALLETTO Nutrice
, how much would you pay a day
of happy youth, like Drusilla?

NUTRICE
All the gold in the world I would pay.
The envy of the well of others,
The hatred of the self,
The fiazza of the alma,
The infirmity of the sense,
There are four ingredients,
Indeed the four elements
of this miserable old age,
Which canuta, and trembling, Of the
bone own is a going cemetery.

DRUSILLA
Do not complain like that, you're still fresh;
It is not the sun set
If well is the vermilion aurora.

RETURN

NURSE
Feminine day
Find her evening in the middle of the day.
From half a day in there
the beauty fades.
With time it becomes sweet
The fruit unripe, and hard,
But in bad hours comes that which is ripe.

RETORNELLO
Believe me too,
O fresh young girls in the morning;
Spring is the age of
Ch'Amor with you;
Do not let it go
The green april o'l May
It sweats too much in July to travel.

VALLETTO
Go to Octavia omai
Madam my lady, ...

FEED
I will give you a cheek!

VALLETTO
... Venerable ancient, ...

NUTRICE
Liar!

VALLETTO
... Of the good Charon idolized friend.

NUTRICE
That yes,
insolent liar, that yes.

VALLETTO
Andiam, that
half-night has passed in you , as well as the middle of the day.

Contributors to this page