New: Save your favorite arias, videos and singers!
Tell me more - Check it later - Not interested

Pur sempre di Poppea

Opera details:

Opera title:

L' Incoronazione di Poppea

Composer:

Claudio Monteverdi

Language:

Italian

Synopsis:

L' Incoronazione di Poppea Synopsis

Libretto:

L' Incoronazione di Poppea Libretto

Translation(s):

English Deutsch

Recitative details:

Type:

recitative

Role(s):

Drusilla / Ottone

Voice(s):

Soprano / Mezzo-Soprano

Act:

1.15

Previous scene: Ottone torna a te stesso
Next scene: Solitudine amata

Monteverdi: Incoronazione di Poppea - Signor dei non partire

Singer(s): Éric Tappy Rachel Yakar

Poppea and Nero's first duet, after a night of passionate love. She begs him not to leave, and flatters his overbloated ego in the hope of extracting a promise that he will repudiate Ottavia and marry her.
Rachel Yakar and Eric Tappy in Ponnelle's film conducted by Harnoncourt.

POPPEA
Signor, deh non partire,
Sostien che queste braccia
Ti circondino il collo,
Come le tue bellezze
Circondano il cor mio.

NERONE
Poppea, lascia ch'io parta.

POPPEA
Non partir, Signor, deh non partire.
Appena spunta l'alba, e tu che sei
L'incarnato mio sole,
La mia palpabil luce,
E l'amoroso dì della mia vita,
Vuoi sì repente far da me partita ?
Deh non dir de partir,
Che di voce sì amara a un solo accento,
Ahi perir, ahi spirar quest'alma io sento.

NERONE
La nobiltà de' nascimenti tuoi
Non permette che Roma
Sappia che siamo uniti,
In sin ch'Ottavia...

POPPEA
In sin che...

NERONE
...in sin ch'Ottavia non rimane esclusa...

POPPEA
Non rimane...

NERONE
...in sin ch'Ottavia non rimane esclusa
Col repudio da me: vanne, vanne ben mio;

SINFONIA
In un sospir che vien
Dal profondo del sen,
Includo un bacio, o cara, ed un addio:
Si rivedrem ben tosto, idolo mio.

SINFONIA

POPPEA
Signor, sempre mi vedi,
Anzi mai non mi vedi,
Perché s'è ver, che nel tuo cor io sia,
Entro al tuo sen celata,
Non posso da' tuoi lumi esser mirata.

NERONE
Adorati miei rai,
Deh restatevi omai !
Rimanti, o mia Poppea,
Cor, vezzo, e luce mia...

POPPEA
Deh non dir
Di partir,
Che di voce sì amara a un solo accento,
Ahi perir, ahi spirar quest'alma io sento.

NERONE
...Non temer, tu stai meco a tutte l'ore,
Splendor negl'occhi, e deità nel core.

POPPEA
Tornerai ?

NERONE
Se ben io vò
Pur teco io sto.

POPPEA
Tornerai ?

NERONE
...Il cor dalle tue stelle
Mai non si divelle;...

POPPEA
Tornerai ?

NERONE
...Io non posso da te viver disgiunto
Se non si smembra la unità del punto.

POPPEA
Tornerai ?

NERONE
Tornerò.

POPPEA
Quando ?

NERONE
Ben tosto.

POPPEA
Ben tosto,
Me'l prometti ?

NERONE
Te'l giuro.

POPPEA
E me l'osserverai ?

NERONE
E s'a te non verro, tu a me verrai.

POPPEA
Addio...

NERONE
Addio...

POPPEA
Nerone, Nerone, addio...

NERONE
Poppea, Poppea, addio...

POPPEA
...addio, Nerone, addio.

NERONE
...addio, Poppea, ben mio.

Watch videos with other singers performing Pur sempre di Poppea:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:


SCENA XIII
Drusilla, Ottone.
Ottone di già amante di Drusilla dama di corte,
vedendosi sprezzato da Poppea
rinnova seco gl'amori promettendoli lealtà.
Drusilla resta consolata del ricuperato suo affetto,
e fornisse l'atto primo.

DRUSILLA
Pur sempre di Poppea,
O con la lingua, o col pensier discorri.

OTTONE
Discacciato dal cor viene alla lingua,
E dalla lingua è consegnato ai venti
Il nome di colei
Ch'infedele tradì gl'affetti miei.

DRUSILLA
Il tribunal d'Amor
Talor giustizia fa:
Di me non hai pietà,
Altri si ride, Otton, del tuo dolor.

OTTONE
A te di quanto son,
Bellissima donzella
Or fo libero don;
Ad altri mi ritolgo,
E solo tuo sarò, Drusilla mia.
Perdona, o dio, perdona
Il passato scortese mio costume;
Benchè tu del mio error non mi riprenda,
Confesso i falli andati,
Eccoti l'alma mia pronta all'emenda.
Fin ch'io vivrò
t'amerà sempre, o bella
quest'alma che ti fu cruda e rubella
già pentita dall'error antico
mi ti consacra omai servo et amico.

DRUSILLA
Già l'oblio seppellì
Gl'andati amori ?
È ver, Otton, è ver,
Ch'a questo fido cor il tuo s'unì ?

OTTONE
È ver, Drusilla, è ver, sì, sì.

DRUSILLA
Temo che tu mi dica la bugia.

OTTONE
No, no, Drusilla, no.

DRUSILLA
Otton, non so, non so.

OTTONE
Teco non può mentir la fede mia.

DRUSILLA
M'ami ?

OTTONE
Ti bramo.

DRUSILLA
E come in un momento ?

OTTONE
Amor è foco, e subito s'accende.

DRUSILLA
Sì subite dolcezze
Gode lieto il mio cor, ma non l'intende.
M'ami ?

OTTONE
Ti bramo.
Ti dican l'amor mio le tue bellezze.
Per te nel cor ho nova forma impressa,
I miracoli tuoi credi a te stessa.

DRUSILLA
Lieta m'en vado:
Otton, resta felice;
M'indirizzo a riverir l'imperatrice.

OTTONE
Le tempeste del cor, tutte tranquilla;
D'altri Otton non sarà che di Drusilla;
E pur al mio dispetto, iniquo Amore,
Drusilla ho in bocca, e ho Poppea nel core.

English Libretto or Translation:


SCENE XIII
Drusilla, Otto.
A former lover of Drusilla, court lady,
seeing himself despised by Poppea
renews them with their love, promising them loyalty.
Drusilla remains consoled of his restored affection,
and provide the first act.

DRUSILLA
Still of Poppea,
Or with the language, or with pensier.

OTTONE
Disconnected from the heart it comes to the tongue,
And from the tongue it is delivered to the winds
The name of she
Ch'infedele betrayed my affections.

DRUSILLA
The tribunal d'Amor
Such justice does:
You do not have mercy on me,
Others laugh, Otton, of your pain.

OTTONE
To you of what I am,
Beautiful damsel
Or fo free don;
To others, I consider myself
And only yours will I be, my Drusilla.
Forgive, O God, forgive
The rude past my costume;
Though you do not recover from my error,
I confess the fouls gone,
Here is my alma ready for the issue.
As long as I live
he will always love you, oh beautiful
this alma that was raw and rubella
already repented by the ancient error
you consecrate me, servant and friend.

DRUSILLA
Already the forgetfulness buried
Do you love loves?
It's ver, Otton, it's ver,
What do you trust yours?

OTTONE
It is ver, Drusilla, it is ver, yes, yes.

DRUSILLA
I'm afraid you tell me the lie.

OTTONE
No, no, Drusilla, no.

DRUSILLA
Otton, I do not know, I do not know.

OTTONE
Teco can not lie my faith.

DRUSILLA
Do you love me?

OTTONE
I crave you.

DRUSILLA
And how in a moment?

OTTONE
Amor is a fire, and immediately lights up.

DRUSILLA
Yes, you suffer sweets
My heart is happy, but he does not understand it.
Do you love me?

OTTONE
I crave you.
My love tells you my love.
For you in the heart, I have an imprinted form,
Your miracles believe in yourself.

DRUSILLA
I am happy to go:
Otton, remains happy;
I send the empress to the riverir.

OTTONE
The storms of the cor, all quiet;
Of Otton he will only be of Drusilla;
And despite my spite, unjust Love,
Drusilla I have in my mouth, and I have Poppea in the core.

This is a partly automated translation. Please help us with corrections or provide us with a complete new translation. We will gladly mention the translator. Contact

Contributors to this page