New: Save your favorite arias, videos and singers!
Tell me more - Check it later - Not interested

Zum Leiden bin ich auserkoren

Opera details:

Opera title:

Die Zauberflöte

Composer:

Wolfgang Amadeus Mozart

Language:

German

Synopsis:

Die Zauberflöte Synopsis

Libretto:

Die Zauberflöte Libretto

Translation(s):

English

Aria details:

Type:

aria

Role(s):

The Queen of the Night

Voice(s):

Soprano

Act:

1.09

Previous scene: O zittre nicht mein lieber Sohn
Next scene: Ist es denn auch Wirklichkeit

Charlotte von Seebok Zauberflote Mozart Zum Leiden bin ich auserkoren , 1905

Singer: Lilli Lehmann

Charlotte von Seebock 1886 - 1952
In realtà Sará Sebeök von Lasztocz. Nacque a Budapest l'11 Aprile 1886, terza di sedici figli di Lasztóczi Sebeők Antal medico e farmacista, Studiò al conservatorio di Budapest dove fu allieva di donna Maleczkyné Ellinger Jozefa e di Erkel Gyula ; dopo due anni si trasferì a Vienna, sotto la guida di Rosa Papier-Paumgartner allieva della grande Matilde Marchesi La quale ebbe a dire di lei:"Non e' al livello di Lilli Lehmann, ma un giorno lo sarà!"
Ha debuttato nel 1905 come soprano di coloratura presso la Wiener Hofoper, dove rimase fino al 1907.Quì fu ascoltata in Kostanze, Regina della Notte, Gilda, Sulamith in La Regina di Saba, Leonora del Trovatore e Norma. Poi fu ospite di numerosi teatri tedeschi e nel 1907-08 è stato attiva al Teatro dell'Opera di Francoforte, ma la sua roccaforte fu, dal 1908 e fino al 1929 il Teatro dell'Opera Di Budapest. Dal repertorio usuale di coloratura (oltre i gia' citati anche Margherita di Valois, Berta nel Prophete) e drammatico-d'agilità (fra cui anche donna Anna), passo' a ruoli più spinti da soprano drammatico: Tosca, Amelia del Ballo in maschera, Leonora in Fidelio, Marina nel Boris Godunov, Rezia nell'Oberon ecantò i ruoli wagneriani come Venus, Ortrude e le tre Brunnhilde. Nel 1910 fu Chrisothemis in Elettra e nel 1911 la Marescialla nel Rosenkavalier, in entrambi i casi si trattò del debutto dell'opera in quel teatro. Verso la fine della sua carriera, ha anche cantato ruoli di contralto come Orpheus nell'opera omonima di Gluck e nel 1926 ha lavorato nella premiere mondiale dell'opera "Háry János" di Zoltán Kodály nel ruolo dell'imperatrice. Nel 1929 era uno dei membri più importanti del Teatro dell'Opera di Budapest, e si e' poi dedicata all' insegnamento in Budapest. Le sue registrazioni, rare, per Pathé e Odeon mostrano una voce insolitamente flessibile di grandi dimensioni e qualità, dove la facilità nel canto di coloratura si abbina con un' intensa drammaticità. Potrebbe aver effettuato registrazioni per Parlophon in Ungheria, ma di queste non vi e' più traccia. Si spegne a Budapest il 24 luglio 1952, fra pochi clamori e molto silenzio, uno dei migliori soprani drammatici - d'agilita che l'inizio del secolo XX abbia conosciuto.

Watch videos with other singers performing Zum Leiden bin ich auserkoren:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:

KÖNIGINN
O zittre nicht, mein lieber Sohn!
Du bist unschuldig, weise, fromm;
Ein Jüngling, so wie du, vermag am besten,
Dies tief betrübte Mutterherz zu trösten.

Zum Leiden bin ich auserkohren;
Denn meine Tochter fehlet mir,
Durch sie ging all mein Glück verloren -
Ein Bösewicht entfloh mit ihr.
Noch seh' ich ihr Zittern
Mit bangem Erschüttern,
Ihr ängstliches Beben
Ihr schüchternes Leben.
Ich musste sie mir rauben sehen,
Ach helft! war alles was sie sprach:
Allein vergebens war ihr Flehen,
Denn meine Hülfe war zu schwach.

Du wirst sie zu befreyen gehen,
Du wirst der Tochter Retter seyn.
Und werd ich dich als Sieger sehen,
So sey sie dann auf ewig dein.

English Libretto or Translation:

QUEEN OF THE NIGHT
Oh, do not tremble, my dear son!
You are guiltless, wise, and pious.
A young man like you is best able
to comfort the deeply distressed heart of a mother.

Suffering is my lot,
for my daughter is not with me.
Through her I have lost all my happiness;
a villain made off with her.
I still see her trembling
with alarm and shock,
quivering with anxiety,
struggling timidly.
I had to see her stolen from me,
"Ah help!" was all she said;
but her pleading was in vain,
for my aid was too feeble.
You will go to free her,
you will be the rescuer of my daughter.
And if I see you as victor,
then may she be yours for ever.