A te dell'amor mio

Opera details:

Opera title:

Lucio Silla

Composer:

Wolfgang Amadeus Mozart

Language:

Italian

Synopsis:

Lucio Silla Synopsis

Libretto:

Lucio Silla Libretto

Translation(s):

Deutsch

Recitative details:

Type:

recitative

Role(s):

Lucio Silla / Celia / Aufidio

Voice(s):

Tenor / Soprano / Tenor

Act:

1.06

Previous scene: Il tenero momento
Next scene: Se lusinghiera speme

Lucio Silla, K. 135: Act I Scene 3: Recitative: A te dell'amor mio, del mio riposo (Silla, Celia)

Singer: Henriette Bonde-Hansen

Provided to YouTube by NAXOS of America

Lucio Silla, K. 135: Act I Scene 3: Recitative: A te dell'amor mio, del mio riposo (Silla, Celia) · Lothar Odinius

Mozart: Lucio Silla

℗ 2008 Dacapo

Released on: 2008-05-01

Artist: Lothar Odinius
Artist: Simone Nold
Artist: Kristina Hammarstrom
Artist: Henriette Bonde-Hansen
Artist: Susanne Elmark
Artist: Jakob Naeslund Madsen
Choir: Ars Nova
Conductor: Adam Fischer
Orchestra: Danish Radio Sinfonietta
Composer: Wolfgang Amadeus Mozart

Auto-generated by YouTube.

Watch videos with other singers performing A te dell'amor mio:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:


SCENA 3

Appartamenti destinati a Giunia, con statue delle più celebri Donne Romane.

Silla, Celia, Aufidio, e Guardie


Recitativo
 

SILLA

A te dell'amor mio, del mio riposo

Celia, lascio il pensier. Rendi più saggia

L'ostinata di Mario altera figlia.

E a non aprezzarmi alfin tu la consiglia.
 


CELIA

German sai, che finora

Tutto feci per te. Vuò lusingarmi

Di vederla cangiar.
 


AUFIDIO

Quella superba

Colle preghiere, e coi consigli in vano

Sia che si tenti. Un dittator sprezzato,

Che da Roma, e dal Mondo inter s'ammira,

S'altro non vale,
Usi la forza, e l'ira.
 


SILLA

E la forza useró. La mia clemenza

Non mi fruttò che sprezzi,

E ingiuriose repulse

D'una femmina ingrata. In questo giorno

Mi segua all'ara, e paghi
Renda gli affetti miei.

O 'l nuovo sol non sorgerà perlei.
 


CELIA

Ah Silla, ah mio germano

Per tua cagione io tremo,

Se trasportar ti lasci a questo estremo.

Pur troppo, ah sì pur troppo

La violenza è spesso

Madre fatal d'ogni più nero eccesso.
 


SILLA

Da tentar che mi resta,

Se ostinata colei mi fugge, e sprezza?
 


CELIA

Adoprar tu sol devi arte, e dolcezza.

S'è ver, che sul tuo core

Vantai finor qualche possanza, ah lascia,

Che da Giunia men corra. Ella fra poco

Da te verrà. L'ascolta

Forse sia che una volta

Cangi pensier.
 


SILLA

Di mia clemenza ancora

Prova farò. Giunia s'attenda

E seco parli lo sposo in me.

Ma non s'abusi

Dell'amor mio, di mia bontade, e tremi,

Se Silla alfine inesorabil reso

Favellerà da dittatore offeso.
 

CELIA

German di me ti fida. Oggi più saggia

Giunia sarà. Finora

Una segreta speme

Forse il cor le nutrì. Se cadde estinto

Lo sposo suo, più non resta omai

Amorosa lusinga. I preghi tuoi

Cauto rinnova.
Un amator vicino

Se d'un lontan trionfa, il trionfare

D'un amator, che già di vita è privo,

È più agevole impresa a quel, ch'è vivo.

English Libretto or Translation:

Not entered yet.

Submit improvements to this page:

Please let us know if something should be edited on this page.

Edit:
Create a free account to submit changes: Register here