Ah! non mai non credea

Opera details:

Opera title:

Lucio Silla

Composer:

Wolfgang Amadeus Mozart

Language:

Italian

Synopsis:

Lucio Silla Synopsis

Libretto:

Lucio Silla Libretto

Translation(s):

Deutsch

Recitative details:

Type:

recitative

Role(s):

Lucio Silla / Celia

Voice(s):

Tenor / Soprano

Act:

2.02

Previous scene: Guerrier che d'un acciaro
Next scene: Qual furor ti trasporta

Lucio Silla, K. 135: Act II Scene 2: Recitative: Ah non mai non credea (Silla, Celia)

Singer: Henriette Bonde-Hansen

Provided to YouTube by NAXOS of America

Lucio Silla, K. 135: Act II Scene 2: Recitative: Ah non mai non credea (Silla, Celia) · Lothar Odinius

Mozart: Lucio Silla

℗ 2008 Dacapo

Released on: 2008-05-01

Artist: Lothar Odinius
Artist: Simone Nold
Artist: Kristina Hammarstrom
Artist: Henriette Bonde-Hansen
Artist: Susanne Elmark
Artist: Jakob Naeslund Madsen
Choir: Ars Nova
Conductor: Adam Fischer
Orchestra: Danish Radio Sinfonietta
Composer: Wolfgang Amadeus Mozart

Auto-generated by YouTube.

Libretto/Lyrics/Text/Testo:


SCENA 2
Silla, indi Celia, e Guardie


Recitativo
 


SILLA

Ah non mai non credea,

Ch' all'uom tra 'l fasto, e le gradezze immerso

Tanto costasse il divenir perverso.
 


CELIA

Tutto tentai finor. Preghi, promesse,

E minacce, e spaventi al cor di Giunia,

Sono inutile assalti. Ah mio germano

Immaginar non puoi
Come per te...
 


SILLA

So quel, che dir mi vuoi.

Silla non è men grato a chi per lui

Anche inutil s'adopra. In man del caso

Se pende ogni sucesso, il proprio merto,

All'opere non scema contrario evento.

In questo dì mia sposa Giunia sarà.
 


CELIA

Giunia tua sposa?
 


SILLA

Il come non ricercar.

Ti basti, che pago io sia.
 


CELIA

Perchè l'arcan mi celi,

E perchè non rischiari un favellar sì oscuro?
 


SILLA

(Perchè in donna un arcano è mal sicuro.)

Il mio silenzio or non ti spiaccia, e m'odi.

Te pur sposa di Cinna

In questo giorno io bramo..
 


CELIA

(Oh me felice!)

Lascia, ah lascia, ch' a Cinna, il tuo

Fido amico io rechi
Così lieta novità.

Il labbro mio gli sveli alfin,

Ch' ei solo è il mio tesoro,

E che ognor l'adorai come l'adoro.
 

parte
 


SILLA

Ad affrettar si vada in Campidoglio

La meditata impresa, e la più ascosa

Arte s'adopri, onde la mia nemica

Al talamo mi segua. Ah sì conosco,

Ch' ad ogni prezzo io deggio

Il possesso acquistar della sua mano.

Rimorsi miei

Vi ridestate invano.

English Libretto or Translation:

Not entered yet.

Submit improvements to this page:

Please let us know if something should be edited on this page.

Edit:
Create a free account to submit changes: Register here