New: Save your favorite arias, videos and singers!
Tell me more - Check it later - Not interested

Celia Cinna non piu

Opera details:

Opera title:

Lucio Silla

Composer:

Wolfgang Amadeus Mozart

Language:

Italian

Synopsis:

Lucio Silla Synopsis

Libretto:

Lucio Silla Libretto

Translation(s):

Deutsch

Recitative details:

Type:

recitative

Role(s):

Lucio Silla / Lucio Cinna / Celia

Voice(s):

Tenor / Soprano / Soprano

Act:

3.10

Previous scene: Fra i pensier piu funesti
Next scene: Anima vil da Giunia

Mozart: Lucio Silla, K.135 / Act 3 - 9. "Celia, Cinna non più... Lo sposo mio? Recitativos

Singer(s): Arleen Auger Edith Mathis Júlia Várady Helen Donath Werner Krenn Peter Schreier

Provided to YouTube by Universal Music Group

Mozart: Lucio Silla, K.135 / Act 3 - 9. "Celia, Cinna non più... Lo sposo mio? Recitativos · Peter Schreier · Edith Mathis · Helen Donath · Arleen Augér · Julia Varady · Werner Krenn · Mozarteum-Orchester Salzburg · Leopold Hager

Mozart: Lucio Silla

℗ 1975 Deutsche Grammophon GmbH, Berlin

Released on: 1977-01-01

Composer: Wolfgang Amadeus Mozart
Author: Giovanni de Gamerra

Auto-generated by YouTube.

Libretto/Lyrics/Text/Testo:


SCENA 6
Salone
Silla, Cinna, e Celia


Recitativo
 


SILLA

Celia, Cinna, non più. Roma, e 'l Senato

Di mia giustizia, e del delitto altrui
Il giudice sarà.
 


CINNA

Più che non credi

Di Cecilio la vita necessaria esser puote.
 


CELIA

I giorni tuoi...

La disperata Giunia... il suo consorte

Creduto estinto,

E alle sue braccia or reso.
 


SILLA

Sò ch' ognor più l'odio comun m'han reso.

Ma un dittator tradito

Vuol vendetta, e l'avrà.

Stanco son'io

Di temer sempre, e palpitar.

La vita agitata, ed incerta

Fra un barbaro spavento

È un viver per morire ogni momento.
 


CELIA

Ah speri invan, se speri

Fra un eccidio funesto, e sanguinoso

Trovar la sicurezza, ed il riposo.
 


CINNA

La furiosa Giunia correre tu vedrai

Ad assodar le vie
Di querele, e di lai. Destare in petto

Può de' nemici tuoi quel lagrimoso ciglio...
 


SILLA

Vedo più che non pensi il mio periglio.

Amor, gloria, vendetta, sdegno, timore,

Io sento affollarmisi al cor. Ognun pretende

D'acquistare l'impero. Amor lusinga.

Mi rapogna la gloria. Ira m'accende.

Freddo timor m'agghiaccia.

M'anima la vedetta, e mi minaccia.

De'fieri assalti in preda, alla difesa accinto,

Di Silla il cor fia vincitore, e vinto?

Ma l'atto illustre alfine

Decider dee, s'io merto

Quel glorioso alloro,

Che mi adombra la chioma,

E giudice ne voglio il Mondo, e Roma.

English Libretto or Translation:

Not entered yet.