New: Save your favorite arias, videos and singers!
Tell me more - Check it later - Not interested

Pescator affonda l'esca

Opera details:

Opera title:

La Gioconda

Composer:

Amilcare Ponchielli

Language:

Italian

Synopsis:

La Gioconda Synopsis

Libretto:

La Gioconda Libretto

Translation(s):

Deutsch

Aria details:

Type:

aria,choir

Role(s):

Barnaba

Voice(s):

Baritone

Act:

2.03

Previous scene: Ho he ho he fissa il timone
Next scene: Sia gloria ai canti dei naviganti

La Gioconda, Op. 9: Act II Scene 1: Pescator, affonda l'esca (Barnaba) - Scene 2: Chi va la?...

Singer: Carlo Colombara

Provided to YouTube by NAXOS of America

La Gioconda, Op. 9: Act II Scene 1: Pescator, affonda l'esca (Barnaba) - Scene 2: Chi va la? (Pilot, Barnaba, Sailors) · Andrea Gruber

Ponchielli: Gioconda (La)

℗ 2005 Dynamic

Released on: 2005-01-01

Artist: Andrea Gruber
Artist: Marco Berti
Artist: Alberto Mastromarino
Artist: Carlo Colombara
Artist: Ildiko Komlosi
Artist: Elisabetta Fiorillo
Artist: Francesco Palmieri
Artist: Graziano Polidori
Artist: Mauro Buffoli
Artist: Giovanni Bellavia
Artist: Dario Benini
Artist: Alessandro Calamai
Choir: Coro dell'Arena di Verona
Conductor: Donato Renzetti
Orchestra: Arena of Verona Orchestra
Composer: Amilcare Ponchielli

Auto-generated by YouTube.

Watch videos with other singers performing Pescator affonda l'esca:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:

La canzon ve lo dicea:
un pescator che attende la marea,
ho la barca laggiù nell'acqua bassa.
È tempora domani, e si digiuna,
per mia fortuna;
la mensa magra il pescator ingrassa.
(Siam salvi! Han riso. Sono ottanta
fra marinari e mozzi. Han tre decine
di remi e nulla più; due colubrine
di piccolo calìbro.Or va', con quanta
lena ti resta, e disponi le scolte
colà  dove le macchie son più folte.
Io qui rimango a far l'ufficio mio.
Vanne con Dio.)

Ah! pescator, affonda l'esca,
a te l'onda sia fedel,
lieta sera e buona pesca
ti promette il mare, il ciel.
Va', tranquilla cantilena,
per l'azzurra immensità ;
una placida sirena
nella rete cascherà .
(Spia coi fulminei
tuoi sguardi accorti,
e fra le tènebre
conta i tuoi morti.
Sì, da quest'isola
deserta e bruna
or deve sorgere
la tua fortuna.
Sta' in guardia! e il rapido
sospetto svia,
e ridi e vigila
e canta e spia...!)
Brilla Venere serena
in un ciel di voluttà ; ...
una fulgida sirena
nella rete cascherà !...

English Libretto or Translation:

Not entered yet.

Contributors to this page