Ohè là, le guardie! Aprite!

Opera details:

Opera title:

La Bohème

Composer:

Giacomo Antonio Puccini

Language:

Italian

Synopsis:

La Bohème Synopsis

Libretto:

La Bohème Libretto

Translation(s):

English Deutsch

Trio details:

Type:

trio

Role(s):

A customs Sergeant / Musetta / Mimì

Voice(s):

Bass / Soprano / Soprano

Act:

3.01

Previous scene: Chi l'ha richiesto
Next scene: Sa dirmi, scusi, qual'è l'osteria

La Boheme, Act III: "Ohè, là, le guardie... Aprite!"

Singer(s): Maria Callas Anna Moffo Nicola Zaccaria

Provided to YouTube by The Orchard Enterprises

La Boheme, Act III: "Ohè, là, le guardie... Aprite!" · Giacomo Puccini · Orchestra del Teatro alla Scala di Milano · Coro del Teatro alla Scala di Milano · Antonino Votto · Maria Callas · Guiseppe Di Stefano · Ronald Panerai · Manuel Spatafora · Nicola Zaccaria · Anna Moffo · Carlo Badioli · Franco Ricciardi · Carlo Forti

Puccini: La Boheme

℗ 2011 Cclassics

Released on: 2011-01-04

Auto-generated by YouTube.

Watch videos with other singers performing Ohè là, le guardie! Aprite!:

Libretto/Lyrics/Text/Testo:

Al di là della barriera, il boulevard esterno e, nell'estremo fondo, la strada d'Orléans che si perde lontana fra le alte case e la nebbia del febbraio, al di qua, a sinistra, un Cabaret ed il piccolo largo della barriera; a destra, il boulevard d'Enfer; a sinistra, quello di Saint-Jacques.
A destra, pure, la imboccatura della via d'Enfer, che mette in pieno Quartiere Latino.
Il Cabaret ha per insegna il quadro di Marcello «Il passaggio del Mar Rosso», ma sotto invece, a larghi caratteri, vi è dipinto «Al porto di Marsiglia». Ai lati della porta sono pure dipinti a fresco un turco e uno zuavo con una enorme corona d'alloro intorno al fez. Alla parete del Cabaret, che guarda verso la barriera, una finestra a pianterreno donde esce luce.
I platani che costeggiano il largo della barriera, grigi, alti e in lunghi filari, dal largo si ripartono diagonalmente verso i due boulevards. Fra platano e platano sedili di marmo. È il febbraio al finire, la neve è dappertutto.
All'alzarsi della tela la scena è immersa nella incertezza della luce della primissima alba. Seduti davanti ad un braciere stanno sonnecchiando i Doganieri. Dal Cabaret, ad intervalli, grida, cozzi di bicchieri, risate. Un doganiere esce dal Cabaret con vino.
La cancellata della barriera è chiusa.
Dietro la cancellata chiusa, battendo i piedi dal freddo e soffiandosi su le mani intirizzite, stanno alcuni Spazzini.


SPAZZINI
Ohè, là, le guardie!... Aprite!... Ohè, là!
Quelli di Gentilly!... Siam gli spazzini!...
I Doganieri rimangono immobili; gli Spazzini picchiano colle loro scope e badili sulla cancellata urlando battendo i piedi.
Fiocca la neve... Ohè, là!... Qui s'agghiaccia!

UN DOGANIERE
alzandosi assonnato e stirandosi le braccia
Vengo!
Va ad aprire, gli Spazzini entrano e si allontanano per la via d'Enfer. Il Doganiere richiude la cancellata.

VOCI INTERNE
dal cabaret, accompagnano il canto battendo i bicchieri.
Chi nel ber trovò il piacer
nel suo bicchier,
ah! d'una bocca nell'ardor,
trovò l'amor!

MUSETTA
dal cabaret
Ah! Se nel bicchiere sta il piacer,
in giovin bocca sta l'amor!

VOCI INTERNE
dal cabaret
Trallerallè...
Eva e Noè!
Dànno in una risata clamorosa.

LATTIVENDOLE
dall'interno
Hopplà! Hopplà!
Dal Corpo di Guardia esce il Sergente dei Doganieri, il quale ordina d'aprire la barriera.

DOGANIERE
Son già le lattivendole!

CARRETTIERI
Tintinnio di campanelli e schioccare di fruste. Pel Boulevard esterno passano dei carri colle grandi lanterne di tela accese fra le ruote.
interno

Hopplà !

LATTIVENDOLE
vicinissime
Hopplà !
La nebbia dirada e comincia a far giorno. Entrando in scena a dorso di asinelli, ai doganieri, che controllano e lasciano passare.
Buon giorno!

CONTADINE
entrando in scena con ceste a braccio
ai doganieri

- Burro e cacio!
- Polli ed uova!
Pagano e i Doganieri le lasciano passare giunte al crocicchio.
- Voi da che parte andate?
- A San Michele!
- Ci troverem più tardi?
- A mezzodì!

English Libretto or Translation:

At the Barrière d'Enfer, one of the toll?gates of Paris.
Inside the gate stand the customs house and a tavern, to which Marcello's painting, appropriately modified, serves as sign. It is very early one morning in February. Everything lies deep in snow.


STREET SWEEPERS
outside the gate
Hey, you guards! Open up!
You there! We're the street sweepers from Gentilly.
It's snowing! Hey there!

A Sergeant comes of of the Customs House and orders the gate to be opened.

CUSTOMS OFFICIAL
I’m coming!

VOICES FROM THE TAVERN
He, who in drinking has found
pleasure in his glass, ah!
in the warmth of a kiss
has found love!

MUSETTA'S VOICE
Ah! If in a glass pleasure's to be found,
on young lips there is love!

VOICES FROM THE TAVERN
Tra la tra la ... Eve and Noah!

MILKMAIDS
outside the gate
Hallo there! Hallo!

CUSTOMS OFFICIAL
It's the milkmaids already!

He opens the gate. A string of peasants' carts enters at the same time as the milkmaids.

CARTERS
Hallo there!

MILKMAIDS
Hallo there!
severally
Good morning! Good morning! Good morning!

PEASANT GIRLS
talking among themselves
Butter and cheese! Chickens, eggs!
Which way are you going?
To Saint?Michel!
See you later?
At noon!
At noon!